mercoledì 18 gennaio 2017

IL DIAVOLO è ROSSO?



GIF










Diavolo e santo









Doppio Diavolo











































Desmosedici 16 vs 17. Manuale per riconoscere la gp17...


Molto scalpore ha suscitato la foto della presunta moto di Giorgio Lorenzo prossima alla presentazione  della Ducati Desmosedici 2017,  meglio nota o preferita  come GP17, che è comparsa su alcuni social in prevalenza indonesiani per primi, nella serata di lunedi16 Gennaio.

In molti si chiedono se questa è veramente la moto che la ducati presenterà il 20 via streaming mondiale.

Sinceramente ho i miei dubbi che sia la versione che vedremo in pista se prendiamo come buona la moto che è scesa in pista nei test di valencia di fine stagione e cioè questa.








Nel mio articolo di novembre dedicato alla nuova gp17, spiegai le differenze evidenziando i particolari che sono cambiati tra la 16 e la 17.

Qui per chi se lo fosse perso.
http://manziananews.blogspot.com.es/2016/11/nuova-desmosedici-17-con-il-coso-nuovi.html


La moto della foto  che sta circolando è in effetti  una GP17 ma con una carena della gp16 e senza ali.


Come riconoscere la gp17.


In principio, la differenza a prima vista tra la 16 e la 17, sta nelle saldature sui longheroni del telaio.

Questa foto sotto è uno dei telai differenti usati nell'arco del 2016  dalla Ducati ufficiale. in questo caso specifico è il secondo  testato da Stoner a Misano ed usato con successo da iannone che lo
preferì a quello della seconda foto.







La foto sotto evidenzia le saldature sul telaio della 17.


ora le saldature del telaio  della foto che sta circolando.

Per rendere piu facile il riconoscimento ho specchiato la foto in questione.




Esistono altri particolari che defferenziano la 16 dalla 17 che è scesa in pista a valencia.

La carena.

La GP16.



La gp17.




La 17 riconoscibile dalla feritoia aperta nella carena che mette a vista parte del blocco frizione.




questa  la carena   della foto che sta circolando.






Questa la carena originale della gp16 ma priva di alette sulla moto che Stoner testò in austria.





Altre differenze spiegate nel articolo dello scorso novembre.



La foto che sta circolando è un telaio  della 17 che è scesa in pista a valencia  con una carena della gp16.

Con il nuovo regolamento che vieta le alette e approva due differenti disegni di carena con lo scopo di ripristinare le qualità aereodinamiche  delle alette, non credo prorpio che nessuna marca  presenterà alla stampa la nuova livrea con la carena che scenderà in pista in qatar per la prima gara.

Nessuno vorrà scoprire le carte prima della prima gara del 2017.

Ricordiamoci che le famose alette  sulla ducati "RI"apparvero negli ultimi test in Qatar nel 2015, sorprendendo un po tutti gli avversari e non solo.

Sorsero come test e poi sviluppate ulterioremente nell'arco di vita tra il 2015 e 2016.




Cosa che fece mettere in allarme  le moto concorrenti che dopo pochi mesi della ducati cominciarono a spuntare alette anche sulle altre moto partecipanti al campionato.


Mesi che la Ducati ha usato a suo favore sviluppando incessantemente le qualità aereodinamiche delle sue appendici alari, prendendosi per lo meno un vantaggio sotto il profilo sia della comprensione dell'uso e dei vari disegno messi in mostra.


Pensate veramente che la ducati o le altre case metteranno in mostra le loro carene che scenderanno in pista?


Ecco perche non credo proprio che la foto che sta circolando  della ducati con il numero 99  con la bandiera spagnola e lo sponsor Seat, sia realmente quella che scenderà in pista per la prima gara del 2017, e che qualificai come fake  con dubbi.



In spagna alla sola vista della bandierina spagnola un sito gia parla di spagnolizzazione della ducati.



Ed è di poco fa una news che conferma secondo fonti vicine al marchio spagnolo di proprietà del gruppo wolsvagen(come ducati) che il marchio seat apparirà  sulla moto numero99.


http://es.motorsport.com/motogp/news/la-ducati-de-lorenzo-lucira-el-logo-de-seat-866497/



La bandierina Spagnola unita a quella italiana (che nessun ha nominato o visto) che vorrebbe essere presumibilmente, un omaggio a Giorgio Lorenzo,




 perde clamorosamente contro l'omaggio che la Ducati rese al Niki Hayden al suo debutto sulla moto Bolognese.



Questo articolo ha la sola pretesa di aiutare chi mi segue a poter riconoscere la 17  dalla gp16.

Ora rimandiamo tutti in attesa di vedere lapresentazione ufficiale del team Ducati a Bologna il 20 gennaio in diretta streaming  alle10.30








a Malaga per la gioia di chi si sente preso in giro delle mie foto con 18 gradi...
sta nevicando a pochi km da qui....




Ed approfitto  per fare gli auguri di buon compleanno  agli amici che mi seguono.

Sono cosi pochi che li ringrazio e li nomino direttamente.


Nicola B Simona T Maria R A.

Buon compelanno.




mercoledì 11 gennaio 2017

Moto2: Motore Triumph prossimo venturo?





Piccola analisi video del motore Triumph a livello delle geometrie richieste sull'eventuale  telaio che andrà ad ospitare in caso venga confermato il cambio di motore per la categoria MOTO2.

Non esiste ancora la certezza che questo cambio  con il motore Triumph avvenga.
In vari articoli si legge che potrebbe essere il nuovo motore della speed triple che monta la nuova moto Inglese che è passata da 675  a 765 a quanto pare.



Questo è un disegno del motore honda cbr 600 rr  attualmente usato in moto2.




Montato da tutti i telaisti che partecipano al campionato della MOTO2.
In Blu  gli attacchi del motore .




in questo caso un telaio suter del 2014.



Mentre questo è il motore della Triumph con la particolarità  sotto il profilo del posizionamento sul telaio che ha 2 attacchi sulla testata e non un unico attacco laterale sul basamento.






Purtroppo non esistono foto laterali del motore Triumph da poter usare per spiegare e evidenziare le differenze degli attacchi 






Mentre questo è un telaio Triumph dove vengono evidenziati gli attacchi  del motore.








Una elaborazione grafica con il motore montato




Si apre una nuova opportunità per i telaisti  se il motore Triumph verra confermato come sostituto del oramai obsoleto CBR 600 rr  gia fuori dai listini della Honda.

Ho evidenziato  le differenze che esistono nel dover fare un telaio per una moto2 con il motore Triumph.

Gli attacchi del motore Triumph obbligherano chi deciderà costruire un telaio a nuove sfide, essendo un motore che obbliga a scelte di design estremamente differenti  da cio che puo essere considerato uno stantard telaistico con i canonici braccetti che scendono verso il basamento.

Credo che anche un traliccio possa fare al caso.
 La marca inglese ha in listino delle moto con un traliccio per alcune delle sue moto.

Tiger 800


Un telaio che segue lo stesso design del Triumph con 2 attacchi sulla testata è quello della BMW rr

che quando entrarono in sbk  chiesero la collaborazione del costruttore svizzero Suter.




Bmw rr

Diciamo che forse Suter ha gia delle esperienze in quel tipo di disegno?...


Questo un piccolo video che ho montato per spiegare le differenze tra i due motori..










Qui un articolo dell'amico David Emmet di Motomatter dove spiega la possibilità che Triumph possa essere il prossimo fornitore della categoria della Moto 2.



https://motomatters.com/news/2017/01/07/triumph_set_to_become_official_moto2.html



A Malaga oggi 19 gradi.. ma freddi 






Per chi volesse approfondire il discorso moto2, qui un mio articolo di un po di tempo fa.



http://manziananews.blogspot.com.es/2015/11/moto-2-world.html







martedì 3 gennaio 2017

Nuova era... é l'ora?









Piccola raccolta di foto del primo contatto di Giorgio Lorenzo con la ducati      


Un piccolo omaggio dedicato alla Ducati e a Giorgio ed il suo futuro.


La musica che accompagna le foto è diThe Future" di Alan Silvestri della colonna sonora di Back to the future.2